Ma che gran bella sorpres-haas!

Ma che gran bella sorpres-haas!

In redazione abbiamo esaminato attentamente le fotografie divulgate da Haas e siamo giunti ad una conclusione sotto certi punti di vista sconvolgente. Ma quale nuovo look o nuova livrea: quella mostrata è semplicemente la VF-20 in tutto e per tutto! Per tale motivo, è la prima monoposto ad essere svelata, senza se e senza ma. L'analisi tecnica del nostro Marco Francesco Renna.


Il 2020 bussa finalmente alla porta degli appassionati e lo fa senza alcun preavviso o segnale premonitore. Di fatto, ci verrebbe quasi da dire che, più che bussare, si sia permesso di sfondare tutte le porte di ciascuno di noi. Con un post recentissimo, infatti, è stata svelata la veste ufficiale della nuova Haas, che, in realtà, nasconde qualcosa di davvero speciale e che, agli occhi dei più, forse è sfuggito.

In redazione abbiamo esaminato attentamente ogni fotografia divulgata e la conclusione alla quale siamo giunti è, a nostro parere, estremamente interessante. Al contrario di quanto capitato nella scorsa stagione, non si tratta di una semplice maquette su base “vecchia” a cui sono stati donati nuovi colori: si tratta, infatti, della nuovissima vettura del 2020, ovvero della Haas VF-20. Altro che nuovo look, quella mostrata dalla scuderia americana è la nuova monoposto, senza se e senza ma! Secondo una consuetudine recente, la nuova monoposto è stata svelata attraverso dei rendering tridimensionali e sono diversi i dettagli che aiutano a far capire che ci si trova difronte a qualcosa di davvero nuovo. Partendo dal muso e terminando nell’alettone posteriore, è possibile notare come diversi e tanti siano gli elementi che permettono di identificare la vettura come inedita e per questo, in maniera approfondita, li passiamo in rassegna. Le prime differenze che distaccano la nuova vettura dalla progenitrice sono già evidentemente identificabili nella parte frontale, dove un nuovo musetto fa spazio a due feritoie, collocate ai lati del bulbo centrale e dove spicca, su tutto, la nuova architettura dell’alettone anteriore, ora dotato di nuovi slot che, grazie ad una evidente rastremazione verso l’esterno, permettono di incrementare l’effetto outwash.

Nuova e degna di nota è anche la sezione centrale, dove spiccano diversi cambiamenti che proprio non possono essere lasciati al caso e la cui implementazione è stata resa possibile dalla rinnovata PU Ferrari, che, su tutte, ha permesso di ridisegnare completamente l’airscope secondo una sagoma triangolare piuttosto simile a quella della SF90: un merito, questo, da attribuire all’architettura delle masse radianti diversamente distribuite rispetto al passato e, soprattutto, alla concorrenza. 

Ma non si tratta delle uniche novità che coinvolgono quest’area. Si possono, infatti, notare i nuovi badgeboard e i nuovi profili alari a “boomerang”, già visti su larga parte delle vetture concorrenti e che, anche in questo caso, hanno incontrato un ulteriore consenso tecnico da parte di un ulteriore team. Ad essi si aggiungono anche i rivisitati generatori di vortice che, unitamente alle pance in parte risagomate e ai nuovi specchietti dotati di deviatore di flusso superiore, forniscono alla nuova nata di Varano de Melegari un look decisamente nuovo. Spostandoci verso il posteriore, non possiamo fare a meno di notare la nuova deck-wing, ora completamente raccordata alla pinna in luogo dei precedenti profili singoli, a cui si aggiunge un alettone posteriore dotato di nuovi soffiaggi sull’endplate che si distaccano da quelli in stile Mercedes-Ferrari visti nel 2019.

La nuova vettura avrà l’arduo compito di far dimenticare le deludenti prestazioni della passata stagione, in larga parte dovuti a alla difficile comprensione che i tecnici hanno accusato a bordo pista e ad ulteriori vicissitudini di natura strettamente tecnica. Per sapere se questi fantasmi saranno stati definitivamente scacciati o meno, però, sarà necessario attendere il riscontro del cronometro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *