Nella Hammer Time Preview di questa settimana scopriamo insieme il Circuito di Catalogna, che si presenta nel 2023 in una veste nuova, più simile alla configurazione usata prima del 2007. Con questo appuntamento la Formula 1 torna su una pista non cittadina, dove potremo apprezzare in modo completo gli effetti degli sviluppi portati dai team sulle monoposto. Come sempre, approfondiremo record, dati tecnici, particolarità del tracciato, programmazione TV, curiosità e previsioni, sia per quanto riguarda il meteo  che per quanto concerne l’usura gomme.

Il Cir­cuito di Cat­a­logna è sit­u­a­to a Mont­melò, ven­ti chilometri a nord-est di Bar­cel­lona, e fu inau­gu­ra­to nel 1989, in vista dei giochi Olimpi­ci del 1992 nel­la cap­i­tale cata­lana. È una pista per­ma­nente che ospi­ta sia corse auto­mo­bilis­tiche che moto­ci­clis­tiche, e prevede al suo inter­no tre diver­si trac­ciati: il cir­cuito del Gran Pre­mio di 4675 m, il cir­cuito Nacional di 3.067 m, e il cir­cuito del­l’Escuela di 1.703 m. Il Cir­cuito ospi­ta il Gran Pre­mio di Spagna di For­mu­la 1 dal 1991 e il lay­out ha subito diverse mod­i­fiche nel cor­so degli anni. Nel 2023 è sta­ta tol­ta la chi­cane inseri­ta tra le curve Europ­car (Cur­va 13) e la New Hol­land (Cur­va 14) dal 2007, che ave­va ridot­to dras­ti­ca­mente la veloc­ità nel ter­zo set­tore, con lo scopo di facil­itare i sor­pas­si. Inoltre, in cor­rispon­den­za delle due curve sopra citate, sono state instal­late nuove bar­riere Tecpro e in Cur­va 1 è sta­ta allarga­ta la via di fuga ed è sta­ta inseri­ta la ghiaia.

Sono pre­sen­ti due zone DRS, nei due ret­ti­linei pri­ma di Cur­va 1 e Cur­va 10. Quest’ultima, nota come La Caixa, è sta­ta mod­i­fi­ca­ta pri­ma del­l’edi­zione 2021 del Gran Pre­mio per ragioni di sicurez­za, con un ampli­a­men­to del­la parte in usci­ta che la rende più sim­i­le alla ver­sione uti­liz­za­ta tra il 1991 e il 2003.

Ph. For­mu­la 1 ©

Il Cir­cuito di Cat­a­logna (cir­cuito del Gran Pre­mio) in numeri:

  • Lunghez­za del­la pista: 4.675 metri
  • Numero di giri in gara: 66
  • Dis­tan­za di gara: 307.236 metri
  • Curve: 16, di cui 9 a destra e 7 a sin­is­tra, sen­so di per­cor­ren­za orario
  • Record sul giro in gara: 1:18.149 (Max Ver­stap­pen, 2021) sul vec­chio lay­out, da definire il nuo­vo tem­po dopo le modifiche

L’albo d’oro del Gran Pre­mio di Spagna vede 52 edi­zioni dis­pu­tate, di cui 32 a Bar­cel­lona, 9 a Jara­ma, 5 a Jerez, 4 a Mon­tjuïc Park e 2 a Pedralbes. Dal pun­to di vista dei piloti, i più vit­to­riosi sono Michael Schu­mach­er e Lewis Hamil­ton con 6 vit­to­rie, segui­ti da Stew­art, Mansell, Hakki­nen, Prost a 3, Fit­ti­pal­di, Andret­ti, Sen­na, Raikko­nen, Alon­so, Ver­stap­pen a 2, ed infine Fan­gio, Hawthorn, Gra­ham, Damon Hill, Lau­da, Mass, Hunt, Depailler, Gilles e Jacques Vil­leneuve, Mas­sa, But­ton, Web­ber, Vet­tel, Mal­don­a­do e Ros­berg a 1. L’albo irida­to dei costrut­tori vede, invece, Fer­rari in tes­ta a quo­ta 12 vit­to­rie, segui­ta da McLaren a 8, Williams e Mer­cedes a 7, Lotus a 6, Red Bull a 4 e Alfa Romeo, Matra, March, Tyrrel, Ligi­er, Benet­ton, Renault e Brawn GP a quo­ta 1.

Pirelli ha scel­to di portare mescole più dure del­la gam­ma in Cat­a­logna, come avvenu­to lo scor­so anno: C1 come Pirelli PZe­ro White Hard, C2 come Pirelli PZe­ro Yel­low Medi­um, e C3 come Pirelli PZe­ro Red Soft.  La deci­sione delle mescole più dure del­la gam­ma è sta­ta det­ta­ta dalle carat­ter­is­tiche del­la pista, che ha un liv­el­lo di 5/5 nel­la scala Pirelli in ter­mi­ni di stress sug­li pneu­mati­ci e carichi lat­er­ali, oltre che 4/5 in ter­mi­ni di abra­sione. La mod­i­fi­ca all’ultima vari­ante ha reso l’ultimo set­tore più filante e quin­di meno severo per gli pneu­mati­ci sot­to il pro­fi­lo del­la trazione (3/5). Le curve a sin­is­tra sono preva­len­te­mente per­corse a bas­sa veloc­ità men­tre quelle a destra ven­gono affrontate in piena accel­er­azione. Non ci si aspet­ta un alto gra­do di evoluzione del­la pista (3/5 nel­la scala Pirelli), dato che il cir­cuito è molto uti­liz­za­to e vi è un pro­gram­ma piut­tosto fit­to di gare di sup­por­to nel­lo stes­so week-end del­la For­mu­la 1.

Ph. Pirelli Motorsport ©

Il Mont­melò è un cir­cuito estrema­mente favorev­ole per testare miglior­ie aero­d­i­namiche, aven­do un lay­out com­ple­to con ret­ti­linei alter­nati a diverse tipolo­gie di curve: tec­niche a bas­sa per­cor­ren­za, medie e veloci. Le auto sono messe alla pro­va in trazione, in appog­gio e nei cam­bi di direzione. In pas­sato, Bar­cel­lona è sta­ta tradizional­mente una gara a due soste, ma lo scor­so anno Ver­stap­pen e diver­si altri piloti han­no usato una strate­gia a tre soste. Il 72% dei Gran Pre­mi sul cir­cuito cata­lano sono sta­ti vin­ti dal pilota par­ti­to dal­la pole posi­tion, quin­di è gen­eral­mente cru­ciale lavo­rare bene sul­la qualifica.

Infine, le pre­vi­sioni meteo e la pro­gram­mazione TV. Rel­a­ti­va­mente al cli­ma, ci aspet­ti­amo ele­vati sbalzi ter­mi­ci durante il giorno ma con tem­per­a­ture più miti di quelle del­lo scor­so anno. Sono pre­viste pre­cip­i­tazioni nel­la gior­na­ta di ven­erdì, ma non nel resto del week-end.

Di segui­to i det­tagli da weather.com:

  • Ven­erdì 2 Giug­no: tem­per­a­ture max 23°, min 14° — nubi sparse e piog­gia debole — pre­cip­i­tazioni 60% — umid­ità 71% — ven­to 9km/h
  • Saba­to 3 Giug­no: tem­per­a­ture max 23°, min 14° — nubi sparse e schiarite — pre­cip­i­tazioni 5% — umid­ità 67% — ven­to 12km/h
  • Domeni­ca 4 Giug­no: tem­per­a­ture max 24°, min 15° — nubi sparse e schiarite — pre­cip­i­tazioni 5% —umid­ità 63% — ven­to 12km/h

La pro­gram­mazione TV:

Ven­erdì 2 Giug­no 2023:

  • 13:30 — 14:30 Prove Libere 1 — SKY Sport F1 HD (dif­feri­ta TV8 non prevista)
  • 17:00 — 18:00 Prove Libere 2 — SKY Sport F1 HD (dif­feri­ta TV8 non prevista)

Saba­to 3 Giug­no 2023:

  • 12:30 — 13:30 Prove Libere 3 — SKY Sport F1 HD (dif­feri­ta TV8 non prevista)
  • 16:00 — 17:00 Qual­i­fiche — SKY Sport F1 HD (pre­vista diret­ta TV8)

Domeni­ca 4 Giug­no 2023:

  • 15:00 — 17:00 Gara — SKY Sport F1 HD (pre­vista diret­ta TV8)
Ph. Red Bull Con­tent Pool ©

Red Bull e Max Ver­stap­pen, sono ormai sem­pre più imprendibili e partono come favoriti asso­lu­ti anche nel Gran Pre­mio di Spagna. Ser­gio Perez, vici­no al com­pag­no di squadra fino a pri­ma di Mona­co, ha vis­to il pro­prio dis­tac­co ampli­ar­si notevol­mente dopo lo zero collezion­a­to in ter­ra mon­e­gas­ca. Rius­cirà a rea­gire e a impen­sierire nuo­va­mente Super Max?

Il Gran Pre­mio del Mont­melò è la gara di casa di Fer­nan­do Alon­so, che con la sua Aston Mar­tin è sta­to autore di un inizio di sta­gione molto pos­i­ti­vo, con tan­ti podi già con­quis­ta­ti. Ora si pun­ta, tut­tavia, alla tan­to atte­sa vit­to­ria, che man­ca per l’as­turi­ano dal lon­tano 2013. Rius­cirà il due volte Cam­pi­one del Mon­do a tornare sul gradi­no più alto del podio pro­prio di fronte al suo pubblico?

C’è però anche un altro pilota spag­no­lo: Car­los Sainz Jr. Il pilota madrileno e del­la Scud­e­ria Fer­rari affron­terà, dopo un inizio di sta­gione delu­dente, la gara di casa con una rin­no­va­ta sper­an­za, data dai tan­to atte­si aggior­na­men­ti sul­la sua SF-23. Anche Charles Leclerc potrà ben­e­fi­cia­re dei medes­i­mi svilup­pi sul­la sua mono­pos­to, per cer­care di riscattare il pri­ma pos­si­bile una sta­gione fin qui da dimen­ti­care per lui.

Ph. Scud­e­ria Fer­rari Press Office ©

Ci sarà anche qual­cun altro che dovrà val­utare la bon­tà dei pro­pri aggior­na­men­ti, ovvero Mer­cedes. Il team di Toto Wolff ha por­ta­to a Mona­co una W14 B che, tut­tavia, non ha avu­to modo di esprimere tut­to il pro­prio poten­ziale sul­lo stret­to trac­cia­to del Prin­ci­pa­to. Lewis Hamil­ton e George Rus­sell sono pron­ti al riscat­to, per con­sol­i­dare la terza posizione in Cam­pi­ona­to e per impen­sierire i rivali di Aston Martin.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *