Mercedes-AMG S 63 E Performance frontale

La Casa di Stoccarda ha finalmente tolto i veli alla sua ammiraglia più cattiva, la S 63 AMG, che torna sul palcoscenico delle berlinone di lusso per regalarci emozioni indelebili, grazie ad un nuovo e potente motore ibrido da ben 802 cavalli e 1.430 Nm di coppia. Il nuovo frontale, progettato dai tecnici di Affalterbach, le conferisce un aspetto cattivo ma allo stesso tempo grintoso, mentre nell’abitacolo si respira aria di competizione. Il prezzo? Resta ancora sconosciuto.

La Mer­cedes-Benz Classe S ha sem­pre svolto un ruo­lo fon­da­men­tale per l’ac­cop­pi­a­ta Mer­cedes-AMG: nel lon­tano 1971, i tec­ni­ci del noto mar­chio sporti­vo di Affal­ter­bach dimostrarono infat­ti di pot­er trasfor­mare una vet­tura lus­su­osa in una super sporti­va con un nutri­to spir­i­to di inno­vazione, dan­do vita alla Mer­cedes-AMG 300 SEL 6.9, la quale avrebbe poi vin­to nel­la pro­pria cat­e­go­ria la 24 Ore di Spa-Fran­cor­champs. A dis­tan­za di oltre mez­zo sec­o­lo, la nuo­va Mer­cedes-AMG S 63 E Per­for­mance intende ono­rare il nome del­la sua più lon­tana prog­en­i­trice dotan­dosi di tec­nolo­gia ibri­da e diven­tan­do, anco­ra una vol­ta, un pun­to di rifer­i­men­to nel seg­men­to di pertinenza.

Mercedes-Benz-S63 AMG E Performance laterale

Le stra­or­di­nar­ie per­for­mance del­la nuo­va Mer­cedes-AMG S 63 E Per­for­mance sono immag­in­abili solo osser­van­do l’e­spres­si­vo design degli esterni.  Per la pri­ma vol­ta, infat­ti, una Classe S sfog­gia una griglia frontale speci­fi­ca AMG con lis­tel­li ver­ti­cali “Panamer­i­cani” e il logo del­la Casa di Stoc­car­da orgogliosa­mente incas­to­na­to. Inoltre, le due grosse prese d’aria frontali e i baf­fi posizionati sopra di esse, delin­eano la vista frontale, ren­den­dola estrema­mente aggres­si­va. Nel­la vista lat­erale spic­cano invece i carat­ter­is­ti­ci cer­chi fuci­nati da 21 pol­li­ci abbinati agli speci­fi­ci sot­to­por­ta AMG. Infine, nel­la parte pos­te­ri­ore, tro­vi­amo alcu­ni richi­a­mi ai mod­el­li del 1963, come i doppi ter­mi­nali di scari­co trape­zoidali scanalati e l’am­pio dif­fu­sore con alette longitudinali.

Mercedes-Benz S63 AMG E Performance interni

La mani­a­cale cura degli uomi­ni di Affal­ter­bach ha ovvi­a­mente inter­es­sato anche l’abita­co­lo, dove gli alles­ti­men­ti di alta qual­ità del­la Classe S si fon­dono con le carat­ter­is­tiche speci­fiche di AMG. In par­ti­co­lar modo i sedili, rivesti­ti in pelle, con cuci­ture e loghi ded­i­cati, risaltano il lato lus­su­oso e sporti­vo del­la S 63 E Per­for­mance. A questi si aggiunge il volante sporti­vo, pro­tag­o­nista indis­cus­so con due rotori dig­i­tali per gestire le numerose fun­zion­al­ità del­la vet­tura, come le ben sette modal­ità di gui­da:  Elec­tric, Com­fort, Bat­tery Hold, Sport, Sport+Slip­pery e Indi­vid­ual.

E non si può di cer­to dire che la S 63 E Per­for­mance non sia all’a­van­guardia: ciò che infat­ti salta agli occhi entran­do nel­lo sporti­vo “salot­to” è pro­prio il sis­tema mul­ti­me­di­ale MBUX, com­pos­to da numerosi scher­mi che per­me­t­tono al guida­tore di avere tutte le infor­mazioni di cui ha bisog­no a por­ta­ta di mano. Ad esem­pio, dal quadro stru­men­ti è pos­si­bile tenere trac­cia dei pro­pri pro­gres­si ottenu­ti in pista, gra­zie alla teleme­tria AMG Track Pace o, anco­ra, sul­l’­head-up dis­play, dove ven­gono riprodotte infor­mazioni vari­abili a sec­on­da del­la modal­ità di gui­da scelta.

Tra le tante novità del­la nuo­va Mer­cedes-AMG S 63 E Per­for­mance vale la pena men­zionare il nuo­vo impianto audio inter­no. Svilup­pa­to da Dol­by Atmos, il nuo­vo sis­tema audio è il pri­mo esem­pio in asso­lu­to di suono a 360° instal­la­to su un’au­to­mo­bile. È sta­to infat­ti pen­sato per ripro­durre anche le trac­ce audio più com­p­lesse, in qual­si­asi for­ma­to, sen­za perdere la qual­ità, por­tan­do così gli occu­pan­ti del vei­co­lo a un nuo­vo liv­el­lo di espe­rien­za musicale.

Mercedes-Benz-S63-AMG-E-Performance-posteriore

Ora, il piat­to forte: il motore. La nuo­va Mer­cedes-AMG S 63 E Per­for­mance com­bi­na un propul­sore bitur­bo V8 da 4.0 litri con un grup­po ibri­do di matrice AMG, ali­men­ta­to da una nuo­va bat­te­ria ad alte prestazioni denom­i­na­ta HB150 con tec­nolo­gia deriva­ta dal­la For­mu­la 1. Questo pos­sente otto cilin­dri ero­ga la bellez­za di 802 cav­al­li com­p­lessivi, di cui 612 CV svilup­pati dal motore ter­mi­co e 190 CV dal motore elet­tri­co, e ben 1.430 Nm di cop­pia. Le prestazioni sono da vera super­car: lo scat­to 0–100 km/h avviene in soli 3,3 sec­on­di, men­tre la veloc­ità mas­si­ma è lim­i­ta­ta elet­tron­i­ca­mente a  250 km/h (per gli aman­ti del­la veloc­ità è pos­si­bile rimuo­vere il lim­i­ta­tore con l’ap­pos­i­to pac­chet­to opzionale Dri­ver’s Pack­age AMG, alzan­do così l’as­ti­cel­la a 290 km/h, ndr).

Il prez­zo? Non è anco­ra sta­to diram­a­to. Ma pos­si­amo scom­met­tere quel che volete che sia all’al­tez­za delle inno­vazioni proposte.

Ph. Mer­cedes-AMG ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.