Maserati GranTurismo frontale

A distanza di oltre quindici anni dal debutto della prima generazione, la Maserati GranTurismo rappresenta, ancora una volta, molto più di una semplice auto di lusso. È per questo motivo che la Casa del Tridente ha deciso di non stravolgerne le vesti e di dotarla (anche) del  nuovissimo V6 Nettuno, parente strettissimo di quello che ha debuttato su MC20 e Grecale. Declinata in tre versioni, Modena, Trofeo e Folgore, la elegante sportiva modenese è attesa nelle nostre concessionarie agli inizi del 2023.

Corre l’an­no 1947, quan­do Maserati pre­sen­ta, al Salone Inter­nazionale di Ginevra, la A6 1500: una vet­tura che, di fat­to, regala per la pri­ma vol­ta al mon­do la con­cezione di Gran­Tur­is­mo, che le per­mise suc­ces­si­va­mente di affer­mar­si nel panora­ma dei costrut­tori europei. Questo prog­et­to, infat­ti, stravolse il con­cet­to di sportiv­ità fino ad allo­ra conosci­u­to, e rac­colse tal­mente tan­ti con­sen­si da essere ripreso e rein­ter­pre­ta­to da altre case auto­mo­bilis­tiche. Tut­tavia, come sapete, bisogn­erà aspettare il 2007 per vedere l’in­tro­duzione uffi­ciale del­la denom­i­nazione Gran­Tur­is­mo, pen­sa­ta come con­cet­to e divenu­ta poi vera e pro­pria auto­mo­bile, auto­mo­bile che, da poche set­ti­mane, ha ripreso vita attra­ver­so la sua sec­on­da generazione.

Maserati GranTurismo laterale

Lun­ga 4,96 metri, larga 1,96 e alta 1,35, la nuo­va Maserati Gran­Tur­is­mo ripro­pone quelle linee clas­siche fir­mate Pin­in­fa­ri­na che si intrec­ciano con nuovi inedi­ti ele­men­ti. Le forme appaiono più mar­cate e la car­rozze­ria più mus­colosa, con un insoli­to e slan­ci­atis­si­mo cofan­go ante­ri­ore: cofano e parafan­go sono infat­ti un pez­zo uni­co, un bloc­co di 3 mq real­iz­za­to intera­mente in allu­minio, che con­ferisce alla vet­tura la clas­si­ca lin­ea puli­ta ma met­ten­do in risalto le tre prese d’aria pre­sen­ti sul­la fian­ca­ta (tipi­co fam­i­ly feel­ing di ogni Maserati).

Ciò che invece res­ta del­la prece­dente Gran­Tur­is­mo è la longi­lin­ea fian­ca­ta, con il cofano lun­go e la coda sfuggente, sot­to­lin­ea­ta dal pas­saruo­ta bom­bato. Anche l’an­da­men­to del­la fine­s­tratu­ra con la pre­sen­za del­l’i­con­i­co logo del Tri­dente è un chiaro richi­amo al prece­dente mod­el­lo. Un dis­cor­so a parte va fat­to per l’an­te­ri­ore, dove i grup­pi otti­ci ora sono a svilup­po ver­ti­cale e più rac­colti, con la tipi­ca fir­ma a LED. Anche al pos­te­ri­ore tro­vi­amo gli stes­si fari a LED, dal­la lin­ea sot­tile ed ele­gante, che donano alla vet­tura un aspet­to aggres­si­vo e raf­fi­na­to in accor­do con la filosofia di pen­siero del­la casa.

La gam­ma del­la nuo­va Gran­Tur­is­mo è dec­li­na­ta in tre ver­sioni: Tro­feo, Mod­e­na e la full elec­tric Fol­go­re. Ogni ver­sione è dota­ta di fini­ture diverse: per la ver­sione Tro­feo sono pre­visti uno split­ter e un’ala pos­te­ri­ore ded­i­cati, gli inser­ti in fibra di car­bo­nio e dei loghi col­or cro­mo bruni­to con delle linee rosse, men­tre la Mod­e­na pro­pone delle fini­ture esterne di col­ore nero luci­do e cro­mo sati­na­to oltre a dei ter­mi­nali di scari­co anch’es­si cro­mati. La Fol­go­re, invece, si dis­tingue subito per la calan­dra speci­fi­ca, per le fini­ture in nero luci­do e per i loghi Dark Cop­per, oltre che per la pre­sen­za di un pac­chet­to aero­d­i­nam­i­co ded­i­ca­to che miglio­ra del 7% il coef­fi­ciente aerodinamico.

Maserati GranTurismo posteriore

Nonos­tante Maserati non abbia anco­ra pub­bli­ca­to alcu­na immag­ine del­l’abita­co­lo, la sche­da tec­ni­ca del­la nuo­va Gran­Tur­is­mo affer­ma che è sta­to uti­liz­za­to lo stes­so approc­cio min­i­mal­ista e dig­i­tale vis­to sul­la MC20 e su Gre­cale. Va det­to che la nuo­va Maserati Gran­Tur­is­mo è pri­va del­la clas­si­ca leva del cam­bio. Inoltre, il volante inte­gra il pul­sante per l’avvi­a­men­to e il selet­tore delle modal­ità di gui­da: MAX RANGE, GT, SPORT, CORSA.

Per quan­to riguar­da la dotazione di bor­do, la nuo­va Gran­Tur­is­mo pre­sen­ta una plan­cia rin­no­va­ta e com­ple­ta­mente dig­i­tale. Al cen­tro del­la con­sole dom­i­nano l’in­fo­tain­ment prin­ci­pale MIA (Maserati Intel­li­gent Assis­tant) da 12,3 pol­li­ci, con cinque pro­fili uten­ti, e quel­lo sec­on­dario da 8,8 pol­li­ci, che gestisce la cli­ma­tiz­zazione attra­ver­so inno­v­a­tivi coman­di ges­tu­ali mul­ti­pli. La stru­men­tazione dig­i­tale è invece gesti­ta da un dis­play da 12,2 pol­li­ci con quat­tro temi grafi­ci (Clas­sic, Evolved, Relaxed e Cor­sa) e dal­l’Head-up Dis­play a col­ori. Come su Gre­cale, l’orolo­gio ana­logi­co diven­ta dig­i­tale ed è dota­to di tre skin, quat­tro ani­mazioni e la fun­zione di warn­ing lega­ta a speci­fiche fun­zion­al­ità del vei­co­lo, tra cui il feed­back del­l’as­sis­tente vir­tuale Hey Maserati e di Alexa.

La nuo­va Maserati Gran­Tur­is­mo, promette, inoltre, una All-round sound expe­ri­ence gra­zie all’i­con­i­co sound del motore Maserati, anche nel­la ver­sione elet­tri­ca, mer­i­to del­lo stu­dio degli ingeg­neri del Maserati Inno­va­tion Lab. L’es­pe­rien­za acus­ti­ca è esalta­ta dal­l’im­mer­si­vo sound sys­tem tridi­men­sion­ale fir­ma­to Sonus Faber. Dis­eg­na­to e prog­et­ta­to dagli arti­giani ital­iani del suono, l’impianto audio offre due liv­el­li di per­son­al­iz­zazione spin­gen­dosi fino a 19 speak­ers, con sound tridi­men­sion­ale e fino a 1.195 Watt, per una pro­fon­dità e una roton­dità del suono davvero uni­ca, men­tre il sis­tema audio di serie già prevede 14 speak­er per 860 Watt di potenza.

Maserati GranTurismo Folgore frontale

A spin­gere ques­ta fan­tas­ti­ca coupé ci pen­sa il maestoso 3.0 V6 bi-tur­bo, che gode di un inno­v­a­ti­vo sis­tema di com­bus­tione a pre­cam­era deriva­to dal­la For­mu­la 1. Ricor­diamo, che oltre all’edi­zione lan­cio in tiratu­ra lim­i­ta­ta Pri­maSerie 75th Anniver­sary, la gam­ma del­la nuo­va Maserati Gran­Tur­is­mo con motore endoter­mi­co è dec­li­na­ta nelle ver­sioni Mod­e­na e Tro­feo. Sul­la pri­ma, carat­ter­iz­za­ta da un’el­e­gan­za sobria e pri­va di vis­tose appen­di­ci aero­d­i­namiche, è mon­ta­to un V6 che può con­tare su una poten­za com­p­lessi­va di 490 CV, per uno scat­to da 0 a 100 km/h in 3,9 sec­on­di e una veloc­ità di pun­ta di 302 km/h. Sul­la sec­on­da, più vota­ta alla sportiv­ità e facil­mente riconosci­bile dai det­tagli esteti­ci e del­la pre­sen­za di inser­ti in nuda fibra di car­bo­nio, una speci­fi­ca taratu­ra elet­tron­i­ca innalza la poten­za a ben 550 CV, con uno scat­to da 0 a 100 km/h in 3,5 sec­on­di e una veloc­ità mas­si­ma di 320 km/h.

Maserati GranTurismo Folgore posteriore

Meri­ta un dis­cor­so a parte la ver­sione Fol­go­re, dal momen­to che si trat­ta del pri­mo mod­el­lo (insieme alla Gre­cale Fol­go­re) nel­la sto­ria del brand ad adottare una propul­sione 100% elet­tri­ca. Al net­to dei det­tagli esteti­ci di cui abbi­amo par­la­to poc’anzi, ciò che sor­prende del­la Fol­go­re è il pow­er­train, un tri­mo­tore a sis­tema da ben 800 Volt. Tec­ni­ca­mente, la poten­za totale dei motori supera i 1.200 CV, ma dato che la capac­ità di scar­i­ca del­la bat­te­ria è pari a 560 kW, il val­ore con­tin­uo disponi­bile alle ruote non supera i 760 CV (che diven­tano 830 CV in modal­ità Max Boost) e i 1.350 Nm di cop­pia. Il fun­zion­a­men­to dei motori è gesti­to da spe­ciali invert­er real­iz­za­ti in car­buro di sili­cio, una tec­nolo­gia pre­sa in presti­to dalle vet­ture di For­mu­la E.

L’ar­chitet­tura del­la Fol­go­re prevede tre motori: uno ante­ri­ore e due pos­te­ri­ori, com­ple­ta­mente dis­ac­cop­piati. Le due unità motri­ci pos­te­ri­ori sono in gra­do di direzionare la cop­pia su ogni sin­go­la ruo­ta in maniera indipen­dente. Nel ger­go auto­mo­bilis­ti­co ques­ta tec­nolo­gia prende il nome di Torque Vec­tor­ing. Si trat­ta di una sor­ta di dif­feren­ziale elet­tron­i­co tradizionale ma con un liv­el­lo supe­ri­ore di trasmis­sione del­la poten­za: ogni ruo­ta può infat­ti scari­care a ter­ra fino a 400 CV!

La bat­te­ria, con una capac­ità nom­i­nale di 92,5 kWh, è sta­ta stu­di­a­ta per miglio­rare il bari­cen­tro del­la vet­tura e la sua for­ma a T ha per­me­s­so di non alzare le sedute per non influen­zare il piacere di gui­da e le prestazioni. Stan­do a quan­to ripor­ta­to dal­la Casa di Mod­e­na, la Fol­go­re dovrebbe essere in gra­do di rag­giun­gere una veloc­ità mas­si­ma di 320 km/h e toc­care i 100 km/h in soli 2,7 sec­on­di, men­tre l’au­tono­mia non è sta­ta anco­ra dichiara­ta ed è in fase di omologazione.

La nuo­va Maserati Gran­Tur­is­mo dovrebbe arrivare nelle con­ces­sion­ar­ie nei pri­mi mesi del 2023 e con un listi­no prezzi a par­tire da 180.000 euro.

Fol­go­rati da così tan­ta bellez­za, non ci res­ta che attendere.

Ph. Maserati ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.