Verstappen vince il Gran Premio del Belgio. Impeccabile, di un altro pianeta, occupa il gradino più alto del podio accompagnato dal compagno di squadra Perez e dalla Ferrari di Sainz. La seconda parte di stagione sembra finita ancor prima di iniziare?

La For­mu­la 1 riac­cende i motori. Lo fa a Spa-Fran­cor­champs, l’u­ni­ver­sità del­la mas­si­ma serie, tap­pa col­ma di sto­ria, imp­rese, sopras­si, polemiche. Tap­pa in cui, nel 2022, si riprende una sta­gione mes­sa in pausa a fine luglio con il Cam­pi­one del Mon­do in car­i­ca a più di 80 pun­ti di dis­tac­co dal­la sper­an­za mon­e­gas­ca dei tifosi del Cavallino.

Sul­la griglia di parten­za nelle Ardenne, pro­prio Ver­stap­pen e Leclerc partono dalle retro­vie, men­tre i rispet­tivi com­pag­ni di squadra occu­pano la pri­ma fila: Perez e un pre­oc­cu­pa­to Sainz davan­ti a tut­ti, ma soprat­tut­to davan­ti avan­ti ad Alon­so ed Hamil­ton. Tut­to è pron­to, sot­to il cielo azzur­ro di Spa. Via.Sainz parte bene, a dif­feren­za del mes­si­cano del­la Red Bull sfi­la­to sia dal­l’Alpine che dal­la Mer­cedes. Solo 2 giri ma accade di tut­to: Alon­so ed Hamil­ton si toc­cano, con il sette volte irida­to che è costret­to al ritiro, Ver­stap­pen e Leclerc recu­per­a­no posizioni, men­tre con Bot­tas e Lat­i­fi piantati nel­la ghi­a­ia gen­er­a­no una Safe­ty Car. Rien­tra Leclerc ai box per montare un treno di gomme medie per ripren­dere dici­as­settes­i­mo segui­to dal­la Williams di Lat­i­fi, alla quale viene cam­bi­a­to il muso per con­tin­uare la corsa.

Ph. Scud­e­ria Fer­rari Press Office ©️

Il Gran Pre­mio riprende, con Sainz, Perez, Rus­sell, Alon­so, Vet­tel, Ric­cia­r­do, Albon, Ver­stap­pen, Stroll e Mag­nussen nei pri­mi dieci. La W13 super­stite pas­sa Fer­nan­do, Max agguan­ta Albon, la McLaren, Vet­tel, ed è quin­to. Anzi no, quar­to, per­ché sen­za indu­gi prende anche Alonso.
La RB18 numero 1 è di un altro piane­ta, men­tre Leclerc riesce a guadagnare posizioni ed è dodices­i­mo. Undices­i­ma tor­na­ta e Sainz pas­sa dai box, per rien­trare in pista ses­to, men­tre Ver­stap­pen diven­ta leader del­la gara. In due pas­sag­gi, lo spag­no­lo del­la Fer­rari è ter­zo, dietro le due Red Bull. Leclerc, invece si mette alle spalle di un quar­to Vet­tel. Perez viene richiam­a­to ai box, ed è ter­zo davan­ti al mon­e­gas­co, che lo attac­ca, ma sen­za suc­ces­so. È il turno di Ver­stap­pen: Sainz tor­na pri­mo, Rus­sell prende e pas­sa Leclerc che scivola in quin­ta piazza.

Diciottes­i­mo pas­sag­gio e Ver­stap­pen agguan­ta la rossa ed è pri­mo. 3 tor­nate, solo 3, e Sainz viene pas­sato anche da Perez. Giro ven­ti­sei e sia lo spag­no­lo che Leclerc ven­gono chia­mati ai box, rien­tran­do rispet­ti­va­mente in quar­ta e set­ti­ma posizione. Poi si fer­ma Rus­sell, e Sainz è ter­zo. Tut­to tace fino al trentes­i­mo giro, per il pas­sag­gio in pit lane di Verstappen.

Ph. Red Bull Con­tent Pool ©️

Nelle fasi finali, lo spag­no­lo del­la Fer­rari cer­ca di spin­gere per non far­si pren­dere da Rus­sell. Men­tre a un giro dal­la fine, Leclerc viene chiam­a­to ai box per ottenere al giro veloce, ma viene sopras­sato da Alon­so per poi riguadagnare la quin­ta posizione. Ma in Bel­gio, quel­lo che impres­siona, è una Red Bull vincitrice in soli­taria. L’olan­dese vede sem­pre più vici­no il sec­on­do tito­lo in car­ri­era, segui­to da Perez, Sainz, Rus­sell, Alon­so e poi Leclerc, che alla chi­ude ses­to a causa di una penal­ità di cinque sec­on­di per aver super­a­to i lim­i­ti di veloc­ità nel­la pit-lane.

Se questi sono i pre­sup­posti, il mon­di­ale potrebbe essere fini­to pri­ma di novem­bre. Ci vedi­amo a Zandvoort.

Ph. Red Bull Con­tent Pool

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.