Nella giornata dedicata al filming day della McLaren MCL35, Lando Norris ha rilasciato un’approfondita intervista nella quale si è espresso anche sui possibili valori in campo (o meglio in pista) in questo 2021.

Se i fan era­no impazi­en­ti di vedere la MCL35M, Lan­do Nor­ris non vede­va l’o­ra di guidar­la. Durante l’in­con­tro con i media, infat­ti, il bri­tan­ni­co ha riv­e­la­to di essere estrema­mente desideroso di provare la nuo­va mono­pos­to di Wok­ing. Lan­do ha poi ha sve­la­to qualche ret­rosce­na lega­to al suo rap­por­to con Daniel Ric­cia­r­do, nuo­vo com­pag­no di squadra. Nor­ris, ricor­diamo, è sta­to uno dei piloti che ha con­trat­to il COVID-19, for­tu­nata­mente in for­ma lieve, e che per questo non gli ha dato trop­pi problemi:

“Per qualche giorno non ho avu­to il sen­so del­l’ol­fat­to e del gus­to, ma a parte quel­lo non ho avu­to altri sin­to­mi, solo mol­ta stanchez­za e man­can­za di energie. Per for­tu­na mi sono ripreso ed ho ricom­in­ci­a­to gli allena­men­ti fin dal­la mia stan­za durante la pos­i­tiv­ità, e dopo la neg­a­tiv­ità tut­to è tor­na­to alla normalità”.

Par­lan­do del 2021, vista la per­for­mance del­la scud­e­ria che ha con­clu­so al ter­zo pos­to nel cam­pi­ona­to costrut­tori, l’idea è di ripar­tire da una per­for­mance sim­i­le, sia a liv­el­lo glob­ale che a liv­el­lo personale:

“Per il 2021 abbi­amo già inizia­to a guardare cosa miglio­rare. Abu Dhabi è sta­ta la deg­na fine di una sta­gione otti­ma, anche se non ho dis­pu­ta­to qual­i­fi­ca e gara in maniera per­fet­ta c’è sta­to comunque molto impeg­no e sono sod­dis­fat­to di come mi sono com­por­ta­to. Più che altro, per qualche gara a metà sta­gione ho avu­to dif­fi­coltà nelle qual­i­fiche, quin­di ho dovu­to lavo­rare sodo per miglio­rare. Ci sono anco­ra cose su cui io ed i miei ingeg­neri ci sti­amo dan­do da fare, ma ora bisogna per­fezionare molte pic­cole cose rispet­to all’an­no scor­so dove era­no alcune macroa­ree. Pen­so di avere più fidu­cia in me stes­so e nel­la macchi­na sapen­do cosa voglio e come otten­er­lo. Non ho un obi­et­ti­vo per­son­ale ben speci­fi­co, per i test pre-sta­gion­ali e la pri­ma gara voglio solo iniziare come ho fini­to l’an­no scor­so, ma poi gli obi­et­tivi ver­ran­no da soli nel cor­so del­la sta­gione in base alla nos­tra situazione”.

La con­ver­sazione è poi vira­ta, come antic­i­pa­tovi inizial­mente, sul suo rap­por­to con Ric­cia­r­do, fres­co arriva­to in quel di Wok­ing. Nonos­tante i due siano sem­pre sem­brati molto vici­ni, a det­ta di Nor­ris non è questo il caso:

“A parte le inter­viste e le volte in cui ci avete vis­to insieme nel pad­dock, con Daniel non ci siamo mai sen­ti­ti tan­to. Stes­sa cosa vale per Car­los, non ci erava­mo par­lati fino a quan­do non ci siamo incon­trati qui al McLaren Tech­nol­o­gy Cen­tre. Daniel lo conosco un pochi­no meglio, quin­di dovrebbe essere un po’ meglio. Prin­ci­pal­mente sono i giorni in cui ci si vede insieme in fab­bri­ca dove si inizia a conoscere il com­pag­no di squadra. Nel­la pausa inver­nale non ci siamo sen­ti­ti molto, ognuno ave­va la pro­pria vita da vivere, ma nelle ultime set­ti­mane con la ripresa del lavoro abbi­amo inizia­to a sen­tir­ci un po’ di più. Avere una nuo­va sfi­da con Daniel è una cosa estrema­mente pos­i­ti­va. Daniel ha vin­to gare, ha ottenu­to podi, è un otti­mo pilota e pos­so solo impara­re da lui, sco­prire approc­ci diver­si rispet­to ai miei o a quel­li di un altro pilota. Vedrò come Daniel lavo­ra, il suo stile, e potrò adat­tar­mi e miglio­rare gra­zie alla sua esperienza.”

Infine, Nor­ris ha lan­ci­a­to uno sguar­do alla sta­gione 2021 per i divari da col­mare e le aspet­ta­tive, con anche la sper­an­za di con­tin­uare a bat­tere la Fer­rari nonos­tante gli aggior­na­men­ti che la Casa di Maranel­lo dovrebbe portare:

“Cosa sarà più dif­fi­cile tra chi­ud­ere il gap con Mer­cedes e Red Bull e tenere dietro Fer­rari? Sicu­ra­mente chi­ud­ere il gap, è la parte più dif­fi­cile. Fer­rari sicu­ra­mente farà meglio del­l’an­no scor­so, ma anche noi sti­amo lavo­ran­do per essere migliori. Non pos­si­amo sot­to­va­l­utare tut­to il lavoro fat­to fino ad ora, dob­bi­amo sem­pre guardare avan­ti e sapere che siamo un’ot­ti­ma squadra e che pos­si­amo lottare per tornare davan­ti a tut­ti. Lo abbi­amo già fat­to negli ulti­mi anni ed è qual­cosa per cui con­tin­uer­e­mo a lavo­rare. Fer­rari è forte, sono molto com­pet­i­tivi, quin­di ci saran­no gare dove loro saran­no più veloci e, spe­ri­amo, più gare dove noi li bat­ter­e­mo. La con­cor­ren­za non è com­pos­ta solo da loro però, dob­bi­amo sem­pre guardar­ci intorno e cer­care di fare il meglio possibile.”

Ph. McLaren For­mu­la 1 Team ©

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.