Red Bull e AlphaTauri aspettano con ansia il 21 Febbraio 2021. In questa data le due scuderie scopriranno infatti il verdetto relativo al blocco dei regolamenti delle Power Unit.

Ricor­diamo che, al ter­mine del­la prossi­ma sta­gione, Hon­da lascerà orfani il team di Faen­za e quel­lo di Mil­ton Keynes, anco­ra sen­za un propul­sore per il 2022. Red Bull dal can­to suo, si è dichiara­ta disponi­bile ad acquisire la pro­pri­età intel­let­tuale di Hon­da, in modo da avere la pos­si­bil­ità di costru­ir­si il motore in casa. Pro­prio per questo moti­vo, il man­age­ment del­la scud­e­ria aus­tri­a­ca ha richiesto il bloc­co svilup­po delle Pow­er Unit, in modo da avere il tem­po di svilup­pare un motore suf­fi­cien­te­mente competitivo.

Ovvi­a­mente ques­ta pro­pos­ta deve pas­sare al vaglio di tut­ti i team di For­mu­la 1, che il 21 Feb­braio si riu­ni­ran­no per votare o con­tro o a favore del­la nuo­va nor­ma­ti­va. A questo propos­i­to, Hel­mut Marko si è det­to ottimista:

“Alla fine si trat­ta di una sem­plice mag­gio­ran­za. Ci ser­vono sei voti su dieci per pro­muo­vere la nos­tra pro­pos­ta e fran­ca­mente mi sen­to abbas­tan­za ottimista. Fer­rari, Alfa Romeo, Haas e Renault dovreb­bero essere tutte a favore, quin­di l’e­si­to mi sem­bra abbas­tan­za scontato…”

Il con­sulente di Red Bull Rac­ing si è dunque defini­to molto tran­quil­lo in mer­i­to, ma mai abbas­sare la guardia in For­mu­la 1. I rib­al­toni e i cam­bi di posizione sono sem­pre dietro l’an­go­lo, rega­lan­do spes­so brutte sorprese.

Ph. Red Bull Con­tent Pool ©

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.