L’ingresso di Ineos come azionista ha fatto circolare voci riguardo un possibile addio alla Formula 1 da parte di Daimler. Indiscrezioni prontamente smentite, con l’azienda tedesca che resta saldamente al comando del team.

Lo scor­so 18 Dicem­bre 2020 il team Mer­cedes ha comu­ni­ca­to l’in­gres­so in azien­da di Ineos come azion­ista, redis­tribuen­do le quote prece­den­ti (60% Daim­ler, 30% Wolff, 10% Lau­da) in maniera equa (33% per Daim­ler, Wolff ed INEOS). L’op­er­azione, da alcu­ni, è sta­ta descrit­ta come un pre­lu­dio di un addio di Daim­ler al mon­do del­la For­mu­la 1, men­tre invece è servi­to a dare respiro all’azien­da, poiché nel­l’as­set­to di con­trol­lo soci­etario non è mate­rial­mente cam­bi­a­to nul­la. Tutte le deci­sioni, infat­ti, sono anco­ra prese tra Brack­ley e Stoc­car­da, con Daim­ler che ha di fat­to il con­trol­lo. Con l’e­s­po­sizione del mar­chio Mer­cedes in maniera così forte e le col­lab­o­razioni tra Daim­ler e squadra di For­mu­la 1, era preved­i­bile che Daim­ler mante­nesse un con­trol­lo sulle scelte strate­giche. Tale con­trol­lo, inoltre, impedi­rebbe anche ad un accor­do Wolff-INEOS di essere approva­to se Daim­ler non dovesse dare luce verde.

La sede di Brix­worth dove ven­gono prog­et­tate le Pow­er Unit, inoltre, è com­ple­ta­mente sot­to il con­trol­lo Daim­ler, per sot­to­lin­eare (se ce ne fos­se ulte­ri­or­mente bisog­no) quan­to il colos­so tedesco stia investen­do nel prog­et­to e, per­tan­to, quan­to cre­da anco­ra nel­la mas­si­ma serie automobilistica.

Ph. Mer­cedes-AMG Petronas For­mu­la One Team ©

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.