Pochi giorni prima della cerimonia di apertura del Salone Internazionale di Francoforte del 1974, compie gli anni Louise Piech, sorella di Ferdinand. Il nipote del fondatore del brand tedesco, per rendere speciali i festeggiamenti, le dona una 911 a dir poco particolare. Si tratta della progenitrice (in incognito) della storica Turbo. 

Oggi vi vogliamo par­lare di un impor­tante momen­to di sto­ria auto­mo­bilis­ti­ca che ha inter­es­sato Porsche. Pro­tag­o­nista, la nasci­ta di una stra­or­di­nar­ia icona, la 930 Tur­bo.

Sti­amo par­lan­do del­la pri­ma cav­al­li­na di Zuf­fen­hausen a rice­vere l’in­duzione forza­ta per cir­co­lare sulle strade di tut­ti i giorni. La 930 Tur­bo 3.0 da 260 CV fu sve­la­ta al Salone Inter­nazionale di Fran­co­forte del 1974.

Ma occorre fare ora un ulte­ri­ore pas­so indietro.

Pochi giorni pri­ma del­la cer­i­mo­nia di aper­tu­ra, com­pie gli anni Louise Piech, sorel­la di Fer­di­nand. Il nipote del fonda­tore del brand tedesco, per ren­dere spe­ciali i fes­teggia­men­ti, le dona una 911 par­ti­co­lare. Si trat­ta di una Car­rera 2.7 (telaio numero 9115600042) con­trad­dis­tin­ta dal­la ver­ni­ciatu­ra argen­to e da una serie di carat­ter­is­tiche uniche: sospen­sioni a ruote indipen­den­ti, freni con dis­chi mag­gio­rati e forati, cer­chi Fuchs da 15 pol­li­ci in lega con canale più pro­fon­do, un ampio alet­tone pos­te­ri­ore e, al suo inter­no, un nuo­vo impianto stereo e sedili in tes­su­to mis­to tar­tan blu e pelle rossa.

Appar­ente­mente, dunque, una Car­rera 2.7 da 210 CV rin­fres­ca­ta. Due ele­men­ti, tut­tavia, fan­no ben com­pren­dere che in realtà si trat­ta di un qual­cosa di diver­so, di spe­ciale: un con­ta­giri con fon­doscala a diec­im­i­la e, nascos­to sot­to il cofano pos­te­ri­ore, la pre­sen­za pul­sante di un motore sper­i­men­tale da 2.7 litri (equipag­gia­to con tur­bo­com­pres­sore) in gra­do di erog­a­re 240 CV. Un propul­sore abbina­to ad un cam­bio a quat­tro marce con ingranag­gi e rap­por­ti speciali.

Fer­di­nand Porsche volle definire tale bellez­za, oggi espos­ta al museo di Zuf­fen­hausen, una Car­rera 2.7 Tur­bo Slim, anche per via del­la car­reg­gia­ta non allarga­ta. Le sue ere­di sareb­bero state suc­ces­si­va­mente carat­ter­iz­zate dal 3.0 litri, come antic­i­pa­to prece­den­te­mente e, soprat­tut­to, rib­at­tez­zate wid­ow­mak­er, per le for­ti emozioni che solo chi ave­va pelo sul­lo stom­a­co pote­va controllare.

Ph. Porsche ©

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.