Tra le scelte che la Formula 1 è chiamata a compiere nel futuro prossimo, vi è la fondamentale selezione dei circuiti dove gareggiare. La questione è riducibile ad una semplice domanda: riuscirà Liberty Media a trovare un compromesso adeguato che permetta di non abbandonare la storia senza rinunciare al futuro?

Con sole tre gare rima­nen­ti ed entram­bi i titoli iri­dati già asseg­nati, al mon­do del­la For­mu­la 1 non res­ta che inter­rog­a­r­si sul futuro prossi­mo. Nonos­tante metà schiera­men­to sia anco­ra in piena lot­ta per posizioni tut­to som­ma­to di rilie­vo, piloti e addet­ti ai lavori han­no par­la­to, a più riprese, del cal­en­dario 2021 e delle sfide che atten­dono la mas­si­ma cat­e­go­ria e con essa Ste­fano Domeni­cali, prossi­mo pres­i­dente del­la mas­si­ma serie, che avrà il com­pi­to di riportare la cat­e­go­ria regi­na del Motor­sport ai fasti di un tem­po. La sta­gione più con­fusa e tur­bo­len­ta del­la sto­ria ha, se non altro, avu­to il mer­i­to di mostrare come i cir­cuiti stori­ci, ormai oscu­rati da esotiche mete, siano un cam­po da gio­co non solo apprez­za­to dai piloti, ma anche in gra­do di regalare ad uno sport in decli­no quel mor­dente che pare man­care ormai da anni.

Dominio Mer­cedes esclu­so, che non è cer­to una vari­abile di poco con­to, fine set­ti­mana come Imo­la, Nurb e Por­ti­mao han­no fat­to riaf­fio­rare nel­la mente del tifoso emozioni ormai sopite. Sali e scen­di ver­tig­i­nosi, sin­u­ose vari­anti e lingue d’as­fal­to che seguono la topografia di val­li e colline attra­ver­san­do boschi e per­cor­ren­do curve ormai leggen­darie, han­no saputo emozionare tifosi e piloti stu­fi di enor­mi “parcheg­gi adibiti a cir­cuito” che, sep­pur magis­tral­mente dis­eg­nati, non riescono a far scoc­care la scin­til­la del­la pas­sione. La For­mu­la 1 mod­er­na non può non sot­tostare ad evi­den­ti inter­es­si politi­co-eco­nomi­ci che, dal can­to loro, le per­me­t­tono di essere ciò che oggi è diven­ta­ta, finanzian­do gli svilup­pi che la pon­gono al ver­tice del­l’in­no­vazione tec­no­log­i­ca motoris­ti­ca. Tut­tavia, spes­so, per andare avan­ti bisogna pri­ma fare un pas­so indi­etro e chissà che quel pas­so non pos­sa con­sis­tere nel trovare un equi­lib­rio tra mod­er­no e roman­ti­co, tra l’e­mozione dei muri del­la cit­tà vec­chia di Baku e i ricor­di che solo la cur­va del Tam­bu­rel­lo può e sa evo­care. Non è solo roman­ti­cis­mo, non è solo nos­tal­gia di un pas­sato che è tale e non può tornare. Par­lano numeri, immag­i­ni e dichiarazioni. Cir­cuiti pen­sati per mono­pos­to più pic­cole e agili han­no dimostra­to come la tan­to dis­cus­sa assen­za di sor­pas­si, prob­le­ma che ha vis­to cos­tosi espe­di­en­ti e poche soluzioni, può pas­sare in sec­on­do piano quan­do sono ghi­a­ia e com­p­lessità di una cur­va a far la dif­feren­za e tenere incol­la­to lo spet­ta­tore alla TV. Ma è anche la tradizione motoris­ti­ca di alcu­ni Pae­si che può dare la scos­sa ad un Cir­cus che invece si appres­ta a rag­giun­gere Nazioni che, per cul­tura e abi­tu­dine, poco pos­sono offrire ad un cal­en­dario che, nel­l’ul­ti­mo decen­nio, dif­fi­cil­mente ave­va saputo regalare così tante emozioni nonos­tante, scusate la ripe­tizione, un esi­to sporti­vo scon­ta­to dal pri­mo Gran Pre­mio. Lib­er­ty Media ha sicu­ra­mente un busi­ness plan che impli­ca deter­mi­nate des­ti­nazioni e alcu­ni com­pro­mes­si sono nec­es­sari, ma la sta­gione 2020 ha mostra­to come la favola del­lo svilup­po del brand in Viet­nam, su cui tra l’altro sono più i dub­bi che le certezze, per­da sul cam­po il con­fron­to con la pas­sione euro­pea per i motori.

Se tut­to questo non bas­tasse, iniziano ad essere in tan­ti a storcere il muso di fronte alla cal­en­dariz­zazione di cir­cuiti in regioni che vivono realtà pro­fon­da­mente dis­tur­bate da con­flit­ti e total­i­taris­mi e si pon­gono in net­to con­trasto con i val­ori che la For­mu­la 1 sostiene di vol­er veico­lare. Se “We Race as One” non è solo un mot­to, se inginoc­chiar­si in griglia non è solo un gesto, se dipin­gere col­or arcobaleno loghi e spot non è solo pro­pa­gan­da polit­i­cal­ly cor­rect allo­ra, forse, quel pas­so indi­etro ver­so la tradizione, la pas­sione e il roman­ti­cis­mo non è poi così impossibile.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

kukooo bestsexporno.com naked indian dance xnxx fight hornyanaltube.net mallu reshma xvideos hindi sexy video delhi indianpornxvideos.net deepa sannidhi sexy video gana download momandboyporn.net real home sex kaama kathaigal pornview.org sunny leon sexy pics desi pron blog whiteporntube.info indian aex com tamil sex video mp4 liebelib.mobi indian teenage school girl fucking with her boyfriends best porn mms indianpornvideos.me xxx hamstar com nude bathing women indaporn.com wwwxsax free porn sites from india youjizz.sex 17 sex videos aunties xxx sexindiantube.net x videos 2.com tamil madam sex etuber.info sonarika hot pics vasundhara kashyap porn hotmoza.tv sonalibendresex kannadavillagesex pornozavr.net sexy film video mp4 raja kali amman tamil movie pornxvideos.mobi kerala marriage girl