Prova su strada: Mercedes-AMG A 45 S (2020)

Prova su strada: Mercedes-AMG A 45 S (2020)

Poco prima che entrassero in vigore le restrizioni di cui tutti siete a conoscenza, abbiamo avuto il piacere di trascorrere in quel di Monte-Carlo (MC) una settimana a stretto contatto con la nuova Mercedes-AMG A 45 S. Una supercar a portata di portafoglio capace di far impallidire, sotto il profilo prestazionale, vetture per le quali si spenderebbe almeno il doppio.


Una supercar a portata di portafoglio. Se dovessi utilizzare sei semplici parole per sintetizzare la nuova Mercedes-AMG A 45 S, sicuramente utilizzerei queste. Italian Wheel ha avuto, grazie a Staremilia S.R.L., la possibilità di percorrere ben 1.600 km al volante di questa piccola grande belva che, per l’occasione, abbiamo portato nel luogo più glamour al mondo, il Principato di Monaco. Una location iconica che non necessita di alcuna presentazione e che, negli ultimi anni, in Formula 1, ha visto spesso e volentieri dominare le Mercedes di Brackley, grazie ai trionfi di Nico Rosberg e Lewis Hamilton.

Per tale motivo, scaricare sul prestigioso asfalto monegasco i 421 CV della A 45 S ci pareva a dir poco doveroso. Le sensazioni che tale creatura sa offrirti sono uniche: parliamo di una vettura che dispone del propulsore quattro cilindri più potente al mondo, un 2.0 litri turbo che (abbinato al rapidissimo cambio 8G DCT) sfodera performance che farebbero ammutolire auto per le quali bisognerebbe sborsare almeno il doppio. I numeri non mentono mai: la velocità massima è autolimitata elettronicamente a 270 km/h e lo scatto 0-100 km/h viene coperto in appena 3,9 secondi, anche grazie ai 500 Nm di coppia massima, ottenibile tra i 5.000 e i 5.250 giri.
Questo, giocoforza, stimola i guidatori più smaliziati ad indugiare sul rapporto inserito e a tirare il collo al poderoso M139 (questo il nome affibbiatogli dai tecnici di Affalterbach) capace di spingere fino ai 7.200 giri e di proiettarti in uno spazio parallelo in cui vieni cullato da un sound che ad alti regimi fa davvero godere, nonostante i cilindri siano solo quattro.

A testimonianza di questo, le parole dello stesso Tobias Moers, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mercedes-AMG GmbH:

"Con il modello precedente avevamo stabilito il primato nel segmento. Con il quattro cilindri completamente rivisitato abbiamo colto la difficile sfida di superare quel modello da record. Ci siamo riusciti con soluzioni in parte rivoluzionarie. Con il modello M139 abbiamo senza dubbio dimostrato ancora una volta l'elevata competenza motoristica di Mercedes-AMG. Non è solo la potenza specifica ad essere inedita per un motore sovralimentato, ma anche la sua efficienza elevata, che fa ben capire che questo motore a combustione interna cela dentro di sé del potenziale aggiuntivo..."

Parole sante. Ciononostante, quel che impressiona maggiormente è la tenuta di strada. Semplicemente sensazionale. Ho trovato davvero complicata la ricerca del limite della A 45 S, soprattutto in strada, dove l’unico modo per mandarla (si fa per dire) in crisi è disabilitare il controllo di trazione e affondare il pedale del gas a centro curva. Nella guida sportiva il nuovo sistema di trazione integrale elaborato appositamente per la A 45 S genera un feeling senza precedenti: la tecnologia 4MATIC+ Performance di AMG si basa infatti sull’utilizzo di due frizioni a dischi multipli a regolazione elettronica sull’asse posteriore.
Che cosa significa? Che la forza viene ripartita in modo indipendente su entrambe le ruote in funzione del programma di marcia e della situazione di guida contingente, il che permette al pilota di avere sempre e comunque il controllo del mezzo, anche grazie al sempre presente impianto frenante composto da dischi forati da 360 mm e pinze (rosse) monoblocco a sei pistoncini.
Dal punto di vista estetico, senza dubbio, la nuova belva di Stoccarda colpisce: i gruppi ottici anteriori (MULTIBEAM LED) della Classe A sono infatti accompagnati dalla griglia che sviluppa la sua essenza verticalmente e da prese d’aria ad hoc per migliorarne l’efficienza aerodinamica. A completare il quadro i cerchi in lega leggera a cinque doppie razze da diciannove pollici ed il diffusore posteriore, che ospita i quattro terminali di scarico.
Ad incattivire ancora maggiormente la variante da noi testata, il fantastico AMG Night Package. Un mix di sana arroganza ed eleganza firmata Mercedes. E a chi non si accontenta, consiglio il feroce Aerodinamic Package, che regala alla A 45 S un grande spoiler posteriore e nuovi splitter anteriori.
Gli interni? Spaziali. Nell’abitacolo si ha infatti la sensazione di vivere in una sorta di cabina di pilotaggio contraddistinta da tecnologia di ultima generazione e da un carattere ricercato sotto ogni punto di vista. Bellissimo il volante Performance AMG in pelle Nappa e microfibra, impreziosito dai comodi selettori che gestiscono tutto quel che concerne le performance (AMG Driver’s Package e AMG Track Pace) ed il sound. Chiudono il cerchio il sistema MBUX (con realtà aumentata per la navigazione), le luci soffuse Ambient a 64 colorazioni differenti, il Sound System Surround Burmester e il tetto panoramico scorrevole. Ognuno di questi elementi (molti dei quali opzionali) contribuisce a rendere questa A 45 S a dir poco speciale. Il suo prezzo di listino? 71.907,76 euro. Ne vale la pena? Decisamente. Provare per credere.
Vorrei concludere ringraziando ovviamente ancora una volta Staremilia S.R.L per averci messo a disposizione questa splendida creatura. Non posso che nominare in seguito i miei compagni di viaggio, Nicola Michelessi, Stefano Ariotti e il fotografo Paolo Maletta. Senza il loro apporto tutto questo non sarebbe stato possibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *