Toto Wolff a ruota libera: il suo futuro, l’impegno Mercedes in Formula 1 e i rapporti con Aston Martin

Toto Wolff a ruota libera: il suo futuro, l’impegno Mercedes in Formula 1 e i rapporti con Aston Martin

I dubbi sul futuro di Mercedes in Formula 1 e il crescente impegno di Toto Wolff in ottica Aston Martin hanno dominato i rotocalchi prodotti in questa lunga off-season lontana dai motori. Interrogato dai media ufficiali della Formula 1, il manager austriaco ha fornito alcuni chiarimenti in materia.


Il recente ingresso di Toto Wolff tra le fila degli azionisti Aston Martin ha scatenato molti dibattiti e non pochi dubbi sul futuro che lo lega alla Mercedes-AMG, scuderia con la quale domina la scena della massima serie automobilistica da ben sei anni consecutivi, nonché sulla tenuta stessa del team anglo-tedesco in un periodo di forte crisi economica per il settore automotive in epoca di emergenza sanitaria.

Raggiunto direttamente dall'apparato mediatico della Formula 1, Wolff ha avuto modo di proporre il suo punto di vista sugli scenari che lo riguardano, fornendo interessanti spunti personali seppur non sciogliendo alcuna riserva su eventuali legami, o ruoli, futuri. E proprio in merito alla sua posizione, il team principal della Stella ha affermato di non aver ancora preso una decisione circa eventuali ripensamenti legati all'incarico attualmente ricoperto, asserendo che, nel caso di un calo di incisività della leadership e dell’associato ridotto potere decisionale che ne scaturisce, sarebbe placidamente propenso a valutare un ipotetico ricollocamento in concomitanza coi vertici aziendali, Ola Källenius, Presidente di Daimler, in primis. Tralasciando i dubbi e le discussioni relative alle gerarchie, poi, Wolff ha più volte precisato come il suo rapporto con la Casa di Stoccarda, a cui è legato tanto professionalmente quanto in qualità di azionista, sia destinato a proseguire su basi molto solide.

Al netto di ciò, appare evidente quanto il doppio ruolo di “impiegato” e di investitore contribuisca a complicare ulteriormente la lettura di un quadro, già di per sè delicato, e reso maggiormente intricato dal coinvolgimento dello stesso Wolff nei rivisitati equilibri di Aston Martin. I recenti investimenti operati dal manager austriaco hanno dato immediatamente adito ad un numero incalcolabile di voci, che lo vedrebbero inserito nei nuovi piani competitivi che il marchio di Gaydon riserva per il suo ritorno in Formula 1, pur senza mai trovare alcuna conferma da parte dei diretti interessati. Sempre a proposito del suo rapporto con il rinnovato assetto manageriale di Aston Martin, l’imprenditore teutonico ha affermato di aver investito in virtù di una totale fiducia nel brand e nelle nuove strategie ad esso inerenti, non senza rimarcare una stima diretta nei confronti dell’ex CEO di AMG Tobias Moers, fresco AD della casa britannica e sua vecchia conoscenza.

Infine, non sono mancate ulteriori e non meno importanti considerazioni sul futuro di Mercedes in Formula 1, attualmente messo in serio dubbio da alcuni rumor riguardanti eventuali tagli ai vertici operati da Daimler e dalle conseguenze di una crisi, in grado di sferzare tutti i settori dell’economia globale. A tal riguardo, Wolff non ha mancato di sottolineare la centralità che l’attività competitiva assume nel trasferimento tecnologico tra Formula 1 e produzione stradale, di cui Mercedes-Benz si vuole render sempre più protagonista, pur senza togliere attenzione alla ponderatezza delle scelte economiche che, di fatto, il mondo dell’automobile pone con cadenza costante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *