Silverstone 2016: salvate il soldato Rosberg

Silverstone 2016: salvate il soldato Rosberg

[pl_row pagelayer-id=“6k20foa59hr3h85x” ]
[pl_col pagelayer-id=“sg80b10jslmdmn09” col=“12”]
[pl_text pagelayer-id=“5mcqiwn1mbqml33y” ]

10 Luglio 2016, Gran Premio di Gran Bretagna. Nico Rosberg, vittima di un problema al cambio, sembra costretto al ritiro. Così non accade: Mercedes viola il regolamento e lo aiuta. Al compagno Lewis Hamilton, tuttavia, a Baku non era stato riservato il medesimo trattamento. Con il senno di poi, quel particolare episodio deciderà le sorti iridate.

La sta­gione 2016 ha vis­to con­trap­por­si Nico Ros­berg, alla fine Cam­pi­one del Mon­do, e Lewis Hamil­ton, entram­bi piloti Mer­cedes. La W07 si è riv­e­la­ta aut­en­ti­ca dom­i­na­trice del cam­pi­ona­to, bat­ten­do diver­si record e vin­cen­do il mon­di­ale costrut­tori, in Giap­pone, con ben quat­tro gare d’anticipo.

Nel rego­la­men­to di quell’anno, inoltre, viene aggiun­to un com­ma, che impedisce al muret­to box di aiutare i piloti, nel caso questi riscon­tri­no prob­le­mi tec­ni­ci. Nonos­tante la bon­tà del­la mono­pos­to, anche la scud­e­ria di Brack­ley è costret­ta a fron­teggia­re diver­si inconvenienti.

Durante il Gran Pre­mio d’Europa, a Baku, entrambe le vet­ture accu­sano mal­fun­zion­a­men­ti, legati alla parte ibri­da del­la Pow­er Unit. Ros­berg, bra­vo e for­tu­na­to, imp­ie­ga poco tem­po a sis­temare il set­ting e vince la gara. Pas­sano molti giri, invece, per­ché Hamil­ton ovvi al prob­le­ma. L’inglese perde, cir­ca, quar­an­ta sec­on­di, arrivan­do quin­to. Per pau­ra di una sanzione, il team non cede di un mil­limetro alle sue richi­este di soc­cor­so.

Tre set­ti­mane più tar­di, a Sil­ver­stone, Nico, men­tre si tro­va in sec­on­da posizione, rimane bloc­ca­to in set­ti­ma mar­cia. Il ritiro sem­bra immi­nente. Ai box, però, viene deciso di aiutare il tedesco, che giunge, così, sul gradi­no più bas­so del podio. Abbas­tan­za inin­flu­ente la penal­ità: dieci secondi.

Con­sideran­do sola­mente questi due episo­di, se Mer­cedes avesse segui­to le norme, Ros­berg avrebbe subito un grosso zero in clas­si­fi­ca. A con­ti fat­ti, Hamil­ton avrebbe vin­to il tito­lo con 380 pun­ti, con­tro i 370 del figlio di Keke.

Onore, comunque, ad entram­bi i piloti, che han­no saputo ten­er viva fino ad Abu Dhabi, una sta­gione, altri­men­ti, dif­fi­cil­mente piena di sussulti.

[/pl_text]
[/pl_col]
[/pl_row]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *