Ross Brawn: “Ottobre? Il punto di non ritorno per il Mondiale”

Ross Brawn: “Ottobre? Il punto di non ritorno per il Mondiale”

Ross Brawn ha parlato della difficile organizzazione di un nuovo calendario della Formula 1, a causa della pandemia da Coronavirus. Molteplici aspetti diversi mettono a rischio diversi Gran Premi, complicando il lavoro dei team e della gestione logistica del Circus.


Ancora in dubbio, al momento, la data di inizio della stagione 2020 di Formula 1. Risulta chiaro, però, che non si potrà andare oltre la fine del mese di Ottobre. Questo il punto di non ritorno designato da Ross Brawn, responsabile sportivo del Circus. Per il manager inglese, esiste la possibilità di disputare 19 Gran Premi, anche se alcuni potrebbero svolgersi a porte chiuse. La migliore delle ipotesi, prevede di dare uno start a Luglio, possibilmente in Europa, per garantire il massimo livello di sicurezza sanitaria agli addetti ai lavori. Se, invece, la situazione globale non dovesse consentirlo, basterebbe concludere 8 gare per validare il campionato. In questo caso, però, non si dovrà superare la fine del mese di Ottobre, altrimenti sarebbe molto complesso avviare il Mondiale, di modo da renderlo valido secondo lo status FIA. 

Proseguendo nelle dichiarazioni, Brawn ha ammesso che l’organizzazione di molte gare, in un arco ristretto di tempo, richiedrà una gestione logistica molto attenta ed efficiente. Notevoli i problemi che potranno presentarsi, come l’eventuale necessità di posporre la gara di Singapore. La città-stato, come Monte-Carlo d’altronde, ha bisogno di mesi per montare le strutture necessarie per creare il tracciato, e un eventuale slittamento della corsa, imporrebbe di tenere chiuse le strade per un arco di tempo maggiore, oltre a far lievitare i costi per gli organizzatori. Inoltre, per riuscire a completare un eventuale calendario da 19 gare, si sta pensando ad accorciare il week-end in pista a soli due giorni, per velocizzare le operazioni di spostamento del personale e del materiale. Infine, Ross Brawn non ha escluso che, con un eventuale inizio ad Ottobre, ci potrebbe essere la necessità di svolgere alcuni Gran Premi all’inizio del 2021. Questa ipotesi, però, verrà vagliata solo se si presenterà la situazione reale, perchè complicherebbe ulteriormente l’organizzazione della stagione 2020 con inevitabili ripercussioni sulla successiva. Il mondo sta combattendo contro una pandemia, il Motorsport non è una priorità in questi momenti difficili, ma si vuol trovare pronto a partire appena ce ne sarà la possibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *