Ayrton Senna e l’amore per il suo Brasile

Ayrton Senna e l’amore per il suo Brasile

Il fenomeno carioca aveva molto a cuore la sua Nazione, tanto che avrebbe fatto follie per migliorarne svariati aspetti.


Ayrton, che nelle sue iniziali intenzioni voleva farsi conoscere per finanziare la propria carriera per battere Alain Prost e diventare il pilota più forte al mondo, in seguito, iniziò a sviluppare un’incredibile sensibilità verso il suo Paese, il Brasile, dove regnava la povertà.

Un Paese dove egli stesso, da casa sua, a San Paolo, doveva prendere l’elicottero per giungere indenne al circuito poco distante. Un Paese dove Ayrton era conosciuto ed amato, ma dove rischiava tutti i giorni di essere sequestrato ed eventualmente rilasciato solo a seguito del pagamento di un riscatto.

Ayrton aveva capito che alcuni suoi connazionali non avevano altra possibilità di guadagnarsi da vivere se non attraverso l’illegalità, e per questo ipotizzò che se si fosse data la possibilità ai giovani di uscire dalla povertà con le loro forze, coltivando i loro talenti, allora si sarebbe abbattuto il problema dell’illegalità e della povertà in Brasile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *